• sedime-saronno-seregno.jpg
    Parco lineare

Greenway: a che punto siamo ?

in Vita Pubblica

Nel Dicembre 2017, l’amministrazione Comunale di Saronno è stata autorizzata a procedere con il Programma Operativo di Dettaglio dei lavori (POD) allo scopo di realizzare il progetto con cui, insieme ad altri 10 Comuni limitrofi, ha vinto il bando emesso dal Ministero dell’Ambiente, dal titolo Programma Sperimentale Nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro: l’idea progettuale con cui il bando è stato vinto prevede di realizzare infrastrutture e servizi a supporto della mobilità sostenibile per un totale di 2 milioni di euro, finanziate al 50% dal Ministero. Infrastrutture e servizi devono essere realizzati entro tre anni dall’avvio del POD, ovvero, entro Dicembre 2020.

Relativamente alle infrastrutture per il Comune di Saronno, nel POD è prevista la realizzazione della Greenway, una pista ciclopedolale sul sedime del tratto ferroviario dismesso Saronno-Seregno, che insiste sui Comuni di Saronno e di Solaro: si tratta di una  pista ciclopedolale realizzata raso terra, avendo prima provveduto ad eliminare la massicciata e i ponticelli in Via Filippo Reina e in Via Don Monza, usufruendo anche del contributo economico di Ferrovie Nord Milano (FNM), proprietaria del sedime ferroviario in questione.

Per i dettagli della pianificazione dei lavori di realizzazione della Greenway è possibile fare riferimento alla tabella, redatta dall’amministrazione comunale, che mostra la stima dei costi (allegata): da questo documento è possibile dedurre che la realizzazione della pista ciclopedonale raso terra avrebbe avuto un costo di 580.000 €. “Avrebbe”, perché i lavori per realizzare il lotto 1 della tabella costi allegata, avviati il 6 Novembre 2017, sono stati immediatamente sospesi da un’ordinanza della Soprintendenza ai beni culturali, che, in seguito, ha emesso sull’intero tratto di ferrovia un vincolo di interesse archeologico culturale.

Il vincolo emesso dalla Soprintendenza blocca di fatto la realizzazione della Greenway, la quale fa parte di un progetto complessivo, oggetto di un finanziamento di 1 milione di euro, che deve essere rendicontato entro la fine del 2020: diventa, perciò, spontaneo domandarsi se ci sarà un tentativo di dialogo con la Soprintendenza e con FNM (che nel frattempo, si è “sfilata” dalla trattativa) per arrivare ad una idea di progetto comune per la realizzazione della pista ciclopedonale. Se, invece, come è facile immaginare, si abbandonerà definitivamente l’idea di intervenire sulla riqualificazione della ex Saronno-Seregno, come cambierà il progetto di destinazione del finanziamento del Ministero per quanto riguarda le infrastrutture nel Comune di Saronno?

 

 

45 anni al lancio di questo blog, dopo un'esperienza di 13 anni in una multinazionale delle telecomunicazioni, insegno Sistemi e Automazione Industriale nell'Istituto Tecnico Industriale cittadino. Ho una grande passione per la comunicazione e il marketing digitale. Ho scelto Saronno per costruire la mia famiglia e vorrei contribuire a farne la città che merita di essere.

Ultime da Vita Pubblica

Vai a Inizio