I movimenti di Forza Italia in Provincia di Varese: chi va e chi rimane

in Vita Pubblica

All’ interno del Partito di Silvio Berlusconi varesino, nel mese di novembre si sono registrate importanti fuoriuscite, a partire da quella dell’ex Assessore Provinciale nonché ex Consigliere Regionale Luca Marsico che nel mese scorso ha rassegnato le dimissioni dal Coordinamento Cittadino di Forza Italia.
Marsico ha creato un’associazione “Insieme e Futuro”, a cui hanno aderito in tempi recenti le ex Coordinatrici di FI donne varesine Alessandra Grossi e Claudia Caleffi, assieme a un gruppo di esponenti prima di FI, tra cui diversi ex assessori prevalentemente del Comune di Varese. Esce invece dal gruppo di “Insieme e Futuro” per aderire a Fratelli d’ Italia Gaetano Iannini, già consigliere della Lista Galimberti, e sostenitore di Marsico alle scorse elezioni Regionali. Questo ha provocato le dimissioni dei suoi delegati Francesco Paolucci e Francesco Marcello da delegati di una delle Commissioni Consiliari varesina. In questi giorni, poi, diversi esponenti di Busto Arsizio, sia già di Forza Italia che Fratelli d’ Italia sono passati all’ associazione di Luca Marsico. Si tratta di Donatella Fraschini, Alberto Riva, Alberto Armiraglio e Franco Castiglioni che lasciano FI, mentre Alessandro Molinari di FDI lascia per aderire anch’esso al movimento di Marsico, tutti non contenti della gestione dei rispettivi partiti di provenienza, sia provinciali che cittadini.
In effetti, la parte saldamente che resta in FI è quella legata ad “Agorà-Liberi e Forti”, con Presidente Nino Caianiello, e i cui esponenti di punta sono l’ europarlamentare saronnese Lara Comi, il Consigliere Regionale Angelo Palumbo, di Cassano Magnago, e altri amministratori della zona. Resta in Forza Italia, tra i non facenti parte di questo gruppo, anche il Sindaco di Gorla Maggiore Pietro Zappamiglio.
Resta il fatto che l’area di centrodestra un tempo presidiata da Forza Italia sta subendo importanti lacerazioni, quando non migrazioni verso altri partiti.